Article — 22 Feb 2021

Feel the Yarn da una parte, e-Milano Unica Connect dall’altra: per Botto Giuseppe la stagione delle fiere, virtuali o fisiche, presenta sempre due fronti aperti.

A fare la fil rouge alle due collezioni è la sostenibilità di Naturalis Fibra, fiore all’occhiello di un’azienda che vuol diventare totalmente sostenibile per la sezione filati entro il 2025.

Le collezioni filati e tessuti per la primavera estate 2022 si basano su materie prime pregiate con soluzioni ricercate, anche nei colori.

Sul lato filati ci sono lane dai titoli finissimi, seta, cashmere in mischia o da soli; fibre non tinte cioè presentate nei colori naturali come grande contributo al tema della sostenibilità. La seta lucida Slowsilk, in mischia con la lana diventa Slowzen, il cashmere- seta si chiama Fair silk, tutte le lane in titoli diversi sono Slowool e il cashmere è Natural born. E poi ancora i cotoni.

Di conseguenza i tessuti si declinano in lane Slowool con micronaggi ultrasottili. Per l’outwear ci sono le soluzioni tecniche per tessuti a base lana con trattamenti idrorepellenti fluoro-free. Vista la situazione sono stati studiati speciali finissaggi antivirali e antibatterici su alcuni tessuti denominati Skudo. Ed anche in estate non mancherà il cashmere, di un peso impalpabile.

Leggi l’articolo